Al giorno d’oggi vivere di musica è l’eterno dilemma di cantanti, musicisti, autori, dj e chiunque altro faccia parte del mondo musicale si chiede costantemente!

C’è chi ha immaginato di comprare casa con i proventi derivanti dalla musica, chi di viaggiare il mondo e chi sarebbe soddisfatto già solo di ricavare uno stipendio tutti i mesi.

Di questi tempi, tuttavia, sembra sempre più un miraggio riuscire a vivere di musica guadagnando grazie esclusivamente alle proprie qualità e conoscenze. Anche i più temerari ed entusiasti a volte vacillano rischiando di cadere nello scetticismo e nell’incredulità di potercela fare.

Complice sicuramente tutta una serie di problematiche che investe la figura del musicista, e non solo, in Italia.

Credo che sai bene di cosa parlo perché sono problematiche che sicuramente hai riscontrato almeno una volta anche tu.

Andiamo dritti al punto e vediamone qualcuna assieme.

I live

La prima nota dolente per chi ambisce a farsi conoscere suonando e cantando in giro sono proprio le esibizioni dal vivo.

I concerti rappresentano la migliore fonte di guadagno, senza contare che una tournée ti permette anche di incontrare e conoscere personalmente il pubblico e i tuoi fan. Nel proporsi però artista e musicisti vanno incontro a mille difficoltà.

Innanzitutto, la mancanza di locali e spazi adeguati. Ci sono sempre meno locali e manifestazioni che propongono musica dal vivo. I gestori dei locali ti chiedono a prescindere quante persone conti di far venire quella sera, perché ovviamente loro devono badare ai loro interessi e incassi.

Con la difficoltà di trovare date, considerando che a serata il cachet di solito si aggira sui 100-200 euro per un artista singolo e 400-500 per una band e togliendo le spese di benzina, caselli autostradali, affitto eventuale di un furgone eccetera, i guadagni per un musicista medio sono davvero miseri e purtroppo non ti permette di poter vivere di musica…

Prima di andare oltre nella lettura però, Iscriviti al Video Corso GRATIS Musicalmente Digitale. Più di un’ora di nozioni per imparare a sfruttare gli strumenti del digital marketing, nella tua attività musicale!

Vivere di musica con la vendita dei dischi?

Sono ormai solo un ricordo i tempi in cui un artista riusciva a fare numeri da capogiro, in termini di vendite, grazie al proprio album o ad un singolo.

È chiaro che ancora oggi esistono casi del genere ma riguardano esclusivamente nomi altisonanti di personaggi famosi: Ariana Grande, Beyoncé, Ed Sheeran o la nostrana Laura Pausini, per intenderci.

Per tutti coloro che non godono di una fama e un’esposizione mediatica simili, guadagnare e vivere dalla propria musica sembra molto difficile o praticamente impossibile.

Subentrata però, l’era digitale, i dischi fisici quindi vengono inevitabilmente sostituiti prima dagli mp3 e poi da quelli in streaming. La vendita dei dischi è quindi calata precipitosamente. Le copie fisiche di un album ormai vengono acquistate per lo più solo dagli amatori.

E molti artisti, seppur famosi, devono ricorrere agli eventi di “firma copie” nei vari centri commerciali, nel tentativo di alzare un po’ le vendite fisiche dei loro album. Anche per quanto riguarda le certificazioni delle vendite dei dischi musicali sono variate un po’ di cose.

Nuovi parametri

Infatti, i parametri di valutazione sono cambiati nel corso del tempo e si fa una stima prendendo in considerazione sia le vendite nei negozi che quelle online. E’ sufficiente quindi fare un piccolo confronto per capire come i numeri si sono abbassati nel giro degli ultimi anni.

Basti pensare che solo fino al 2011 veniva considerato disco d’oro l’album che avesse superato le 30.000 copie vendute. Disco di platino, invece, per l’album che avesse sorpassato la soglia delle 60.000 copie vendute e multi-platino superate le 120.00 copie.

Oggi un disco d’oro vale 25.000 copie vendute, un disco di platino 50.000 copie, un doppio platino 100.000 e il triplo platino 150.000 copie…

Se si considerano poi le eventuali possibilità di guadagnare e vivere di musica tramite le piattaforme di streaming (Spotify, YouTube, Deezer ecc) le cose si mettono male. Spotify, ad esempio, ha dichiarato che per ogni singolo stream di una canzone si ottengono tra i 0,006 e i 0,008 dollari e questo ha ampliato ulteriormente il divario tra artisti famosi e non, permettendo solo ai personaggi di spicco di ricavare somme importanti.

Le spese

Ecco il punto più critico in assoluto per un musicista!

Questa è sicuramente la voce che ti fa tremare di più. E come darti torto… Ti devi districare tra mille cose e il più delle volte da solo, senza manager, promoter o etichetta discografica.

Magari hai la fortuna di essere già “assistito” da qualcuno che si occupa delle spese più grosse, come la produzione, lo studio di registrazione, la stampa, la grafica, l’ufficio stampa e la promozione. Oppure qualcuno che si occupa per te delle spese legate al tour, come vitto e alloggio.

Se invece non sei affiancato da nessuno, indovina chi deve affrontare tutte queste spese?

Sì, bravo proprio tu!

Senza contare che ci sono comunque a prescindere delle spese che ti toccano. Ad esempio, l’affitto della sala prove, la manutenzione degli strumenti, la SIAE ma soprattutto le tasse e i contributi! Partita Iva, Inps, Enpals e chi più ne ha più ne metta!

In un tale marasma di adempimenti fiscali e burocratici e di scarsi risultati in termini di guadagno, ti passa quasi completamente la voglia di continuare a far musica vero?

Beh, sinceramente non ho voluto delineare questo quadro così drammatico per metterti il dito nella piaga… So benissimo che ti sei già più volte scontrato con queste realtà, ma se pensi che per fare musica in Italia è necessariamente obbligatorio patire le pene dell’Inferno e vivere queste situazioni, sappi che non è più così!

Esistono altre strade, altre opportunità che ti possono permettere di:

  • vivere finalmente ed esclusivamente di musica;
  • aumentare la tua visibilità e autorevolezza nel tuo settore;
  • ridurre allo stretto necessario le spese che devi affrontare;
  • guadagnare sempre più in maniera costante ed esponenziale.

Eh, se tutto fosse vero

Scommetto che stai leggendo queste righe incredulo, facendoti una grossa risata o sgranando gli occhi, perché sembra troppo bello per essere vero, giusto?

Magari pensi questo semplicemente perché i tuoi occhi non conoscono altre realtà. Realtà in cui puoi dedicare tutto il tempo a tua disposizione facendo quello che ami.

Realtà in cui puoi guadagnare (e anche bene) grazie alla tua passione, senza diventare per forza conosciuto ai livelli di Madonna o Eric Clapton.

Realtà in cui puoi crearti delle rendite passive che generano denaro, in modo automatico e senza bisogno della tua presenza fisica o del tuo tempo.

Insomma, esistono veri e propri sistemi e strategie per poter raggiungere la visibilità e la libertà finanziaria, sfruttando quelli che sono gli strumenti che il mondo digitale oggi ti offre.

È vero, dovrai magari imparare nuove abilità e tecniche, ma ti assicuro che se usato bene, internet può veramente aprire le porte del tuo successo e permetterti di vivere di musica.

I social network per vivere di musica

Per prima cosa devi imparare a sfruttare meglio i social, oggi sono tra i mezzi più importanti per poter vivere di musica. Ti assicuro che non basta caricare i tuoi video e rompere le scatole ad amici e parenti mandandogli la tua performance nella casella di posta…

Se lo hai fatto NON ti preoccupare, lo fanno in tantissimi, ma smetti subito!

Piuttosto dedicati a costruire una tua pagina Facebook cercando di mantenere questi elementi:

  • coerenza;
  • costanza;
  • interazione.

Per come creare una Fan Page di successo ho recentemente scritto un articolo che ti invito a leggere: Le 5 Regole per Costruire la Tua Fan Base Musicale di Successo!

Segui i tips di quell’articolo e agisci!

Vuoi iniziare a vivere di musica? Sito internet e blog

Un altro strumento dell’online fondamentale è il sito internet e/o il blog. L’uno non esclude l’altro e forse servirebbe un intero corso per spiegarti come sfruttarlo al meglio, ma…

A no aspetta clicca sul link qui sotto e accedi al Video Corso GRATIS Musicalmente Digitale dove potrai trovare un’intera lezione dedicata a questo argomento e iniziare finalmente a capire come poter vivere di musica!

Brevemente, ciò che conta realmente è che segui queste caratteristiche:

  • deve rappresentare chi sei e cosa fai;
  • ovviamente deve essere chiaro e fluido;
  • deve avere una grafica accattivante.

Sapersi proporre e pubblicizzare correttamente online ormai è diventato di fondamentale importanza!

Ora sta a te scegliere…

Continuare con volantini, passaparola e video su YouTube con 0 visualizzazioni;

Oppure imparare nuove e corrette abilità del digital marketing!

Scegli il giusto per te stesso!

Per ricevere gli ultimi aggiornamenti del digital marketing studiato apposta per il settore musicale, metti mi piace alla nostra pagina Facebook!

E se non lo hai ancora fatto, clicca qui sotto e iscriviti al Video Corso GRATIS Musicalmente Digitale per fare della musica il tuo vero lavoro!