Posso ben immaginare come ti senti… Hai cominciato magari giovanissimo a intraprendere lo studio di uno strumento musicale e avevi già chiaro in mente che quella sarebbe stata la tua strada!

Inizialmente senza neanche sapere il perché ti sentivi già terribilmente attratto dal suono di alcune note emesse dai tasti di un pianoforte, dalle corde di una chitarra o dalle bacchette sui piatti di una batteria… Insomma, eri fortemente affascinato, entusiasmato e spinto da un’irrefrenabile voglia di poterti addentrare anche tu in quel mondo.

Teoria, tecnica e molta passione!

Appena potevi, passavi intere ore incollato alla tv o al computer a vedere immagini e video del tuo idolo e fantasticavi di poter diventare un giorno come lui. Hai deciso quindi di seguire un percorso professionale! Hai cominciato a formare giorno dopo giorno quell’importante bagaglio culturale composto da un mix di teoria, tecnica, passione ed emozione!

Sono passati anni in cui ti sei esercitato trascorrendo giornate intere tra la tua cameretta e l’aula della scuola di musica o del conservatorio, applicandoti ogni giorno per migliorare e diventare un esperto in quel campo. La stanchezza non si faceva nemmeno sentire da quanto eri appassionato e concentrato.

Alla fine, per la tua formazione negli anni hai investito tutto te stesso, il tuo tempo e il tuo denaro, andando incontro a centinaia di ostacoli, difficoltà e sacrifici in nome della musica e della tua passione.

A volte magari sei stato anche costretto a spostarti e viaggiare come un pacco postale in giro per la tua regione, o addirittura per l’Italia, per poter migliorare e affinare la tecnica.

Hai fatto delle lezioni da quell’insegnante specifico perché considerato tra i migliori nel settore e forse hai dovuto anche fare i conti con la tua famiglia… Una famiglia che non sempre appoggiava e condivideva le tue scelte. Oppure hai trascurato gli amici, uscendo a divertirti solo rare volte, se non mai.

Il tuo scopo era quello di sfruttare il tempo a disposizione per continuare a studiare! Magari ti sei sentito anche un peso perché eri obbligato a farti finanziare strumentazione, lezioni e spostamenti dai genitori che già facevano fatica ad arrivare a fine mese…

Prima di andare oltre nella lettura però, accedi al Video Corso GRATIS Musicalmente Digitale. Più di un’ora di nozioni per imparare come sfruttare gli strumenti del digital marketing, nella tua attività musicale!

Contro i mulini a vento

Nonostante ciò, sei stato disposto ad andare contro tutto e tutti! Sì, perché hai sempre considerato la musica la tua ragione di vita e hai sempre creduto ciecamente in quello che facevi. Sei sempre stato convinto che un giorno tutti i sacrifici e gli sforzi fatti per anni sarebbero stati ricompensati!

E invece no… Ad un certo punto ti sei dovuto scontrare con la dura realtà… Una realtà che non corrispondeva per niente alle tue aspettative e ai sogni che coltivavi fin da quando eri bambino.

Hai preso una brutta facciata poi un’altra e poi un’altra ancora nonostante l’impegno, la costanza, la determinazione e la professionalità acquisita. Ti sei reso conto di non essere soddisfatto in quanto la tua vita è rimasta in bilico tra incertezze e precarietà. Ti sei ritrovato in una lotta giornaliera per la sopravvivenza, hai iniziato ad essere deluso e frustrato perché costretto a svolgere più lavori contemporaneamente…

Insomma, la musica non ti fruttava come immaginavi. Non avevi mai un fisso a fine mese e arrivavi a malapena giusto a coprire le spese quotidiane… Inoltre, hai dovuto accettare un lavoro che non ti piaceva e a quel punto ti veniva molto difficile riuscire a trovare qualche ora disponibile per te e la tua passione!

Quel lavoro sinceramente non ti piaceva e non faceva minimamente per te, ma ti consentiva per lo meno di mettere del pane sotto i denti. Col tempo hai cominciato a vedere sempre più sgretolarsi il castello dei tuoi desideri, delle tue aspettative e delle tue volontà. Quei desideri che da anni ti davano la forza e il coraggio di andare avanti combattendo per i tuoi ideali.

Hai abbandonato i tuoi sogni…

Hai cominciato addirittura a credere a tutte quelle persone che in passato ti davano del pazzo o del visionario e ti dicevano di volare basso quando tu affermavi con fermezza di voler vivere di musica!

Sei stato sommerso da un vortice di emozioni contrastanti… Hai alternato periodi in cui ti sentivi depresso volevi mandare tutto all’aria e chiudere con la musica ad altri in cui, speranzoso, ti rimboccavi ancora una volta le maniche convinto di trovare un modo per “rimanere a galla” e riuscire a ricavare qualcosa dalla tua passione.

Più volte ti sei sentito un fallito per non essere riuscito a combinare qualcosa di realmente valido con la musica e a vivere dignitosamente grazie ad essa… Senza contare quante volte ti sei sentito sminuito e non valorizzato dagli altri per il tuo lavoro, perché diciamo la verità… In Italia vige ancora la regola che fare musica non sia una vera e propria professione, ma un mero hobby.

Oppure ti sei visto sorpassare da altri “colleghi” che apparentemente sembravano migliori di te ma in realtà erano soltanto bravi a mettersi in mostra, coltivare relazioni e promuoversi.

Il sole dopo la tempesta!

Tu comunque alla fine hai deciso di non darti per vinto, di non gettare la spugna e gli anni di studio, sacrifici e gavetta, perché in fin dei conti c’è sempre una luce in fondo al tunnel. C’è sempre una possibile soluzione e un qualcuno che ce l’ha fatta perché non ha mollato e si è sempre rimesso in gioco…

Alla fine, ciò che conta è capire che se finora le cose non sono andate nel verso giusto, significa che devi percorrere altre strade. Devi apportare i necessari cambiamenti alla tua vita e imparare nuove abilità e competenze che ti permettano di uscire da quella situazione. Devi prendere atto del fatto che evidentemente tutto ciò che hai a tua disposizione come informazioni e conoscenze non è abbastanza.

“Stupidità significa fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi.” A. Einstein

Per avere risultati diversi bisogna essere disposti a fare cose diverse. D’altronde come diceva il buon vecchio Einstein “stupidità significa fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi.”

Ti ricordi quando poco fa ti ho fatto l’esempio di un tuo collega abile nel promuoversi? Ecco, sappi che al giorno d’oggi vendersi bene conta almeno quanto le proprie capacità!

Il talento e la bravura non sono più sufficienti, l’alto livello tecnico di un musicista o un insegnante è soltanto il punto di partenza. Occorre diventare imprenditori di sé stessi e imparare ad essere mediatici, cavalcare l’onda dell’era attuale, quella tecnologica, e saper utilizzare gli strumenti che il mondo digitale ci mette a disposizione!

Ora cosa aspetti? Vuoi continuare a lavorare come un matto senza raggiungere alcun risultato o vuoi iniziare a lavorare intelligentemente?

Per ricevere gli ultimi aggiornamenti del digital marketing studiato apposta per il settore musicale, metti mi piace alla nostra pagina Facebook!

E se non lo hai ancora fatto, clicca qui sotto e iscriviti al Video Corso GRATIS Musicalmente Digitale per fare della musica il tuo vero lavoro!